Pagina 2 di 2

Re: verbi, tempi AAARGH

Inviato: 09/10/2014, 21:05
da Black Bart
Ross il tuo pezzo mi piace molto! Lo trovo corretto anche se sarebbe corretto anche al passato (che io prefererei). L'azienda aveva i suoi problemi nel momento in cui succede la scena o in senso assoluto, anche adesso? è una scelta dell'autore però mi aspetto una lunga digressione fuori dal contesto. Se ci pensiamo che qell'azienda abbia problemi in senso assoluto è improbabile. Più probabile che l'autore si stesse riferendo all'adesso in cui il narratore (che è anche protagonista) racconta la storia. Insomma sono scelte. La regola principale è concetto assoluto si può esprimere al presente ma è bene fare anche una digressione ( come tu correttamente hai fatto).

Re: verbi, tempi AAARGH

Inviato: 09/10/2014, 21:05
da MasMas
(p.s. dopo sposterei la discussione in didattica...)

Re: verbi, tempi AAARGH

Inviato: 10/10/2014, 17:20
da ivodrax
mmmhhh...
Durante una narrazione al perfetto o imperfetto...
Tempo al presente per rimarcare un concetto valido sempre, oppure un passaggio assimilabile
al pensiero del protagonista, ma troppo vago per poterlo mettere in corsivo?

Pareri discordanti su quello che effettivamente può essere valido sempre...

Pareri discordanti su cosa suona peggio. A me da poco fastidio leggere
incongruità sui tempi, e anche passaggi di persona (da terza a prima, eccetera),
ma credo di capire che sono minoranza in questo.

Allora mi vien da dire, come Clear, meglio evitare se possibile il problema aggirando e scrivendo
la cosa in un altro modo...

Grazie a tutti

Re: verbi, tempi AAARGH

Inviato: 11/10/2014, 8:47
da peta
Tornando alla frase iniziale delle ventidue, per me il vero problema è che tu vuoicambuare tempo verbale nella stesso frase, non tanto nello stesso testo.
Cioè tu inizi con "che ore sono... Disse... Etc se puoi cambi frase è dici ERA... Stai iniziando la nuova frase con l'imperfetto e non puoi i"grammaticalmente" cambiare tempo all'ultimo verbo. Potresti però iniziare col presente direttamente
cioè è quasi il solstizio ma dire le ventidue fa molto notte... Etc. Tieni conto che non ricordo alla lettera la frase. Non so se sono stata chiara. Comunque con tutto imperfetto non sbagli!

Re: verbi, tempi AAARGH

Inviato: 11/10/2014, 9:10
da MasMas
Io, per dare la mia regola personale per la statistica, dico che: i tempi devono essere coerenti, passati conpassati e presenti con presenti. Il presente in mezzo al passato ci sta solo se c'è un discorso diretto, ovviamente, o se c'è un pensiero o una considerazion assimilabile a un pensiero, a una estemporanea.
Qui casca l'asinone, perché nel testo di ivo ci sono frasi che lui, mi pare, interpreta appunto come estemporanee, concetti lati riferiti dal narratore o dal protagonista o chi che esulano dalla narrazione. Una didascalia in testo, se vogliamo. Mi pare che il dilemma sia qui, nel sentore di ciascuno, quando prendere una frase come extra o intranarrazione.
Certo, se metti un tempo che va sempre bene non si sbaglia. Però può essere voluto, per dare uno stile più "pop", per dire.
Le convenzioni, la lingua, cambia. L'America non l'hanno scoperta stando col culo su una poltrona.

Re: verbi, tempi AAARGH

Inviato: 11/10/2014, 12:02
da wyjkz31
@Black
grazie. sì i problemi sono in senso assoluto (anche adesso).